Disturbi Specifici dell’Apprendimento

Molto spesso, le difficoltà dei nostri figli necessitano di un intervento rapido e tempestivo, non sempre in linea con i tempi previsti dalle strutture preposte, oberate dall’enorme mole di richieste che gli pervengono. Nel frattempo, i giovani studenti vivono quotidianamente uno stato di frustrazione e difficoltà nell’eseguire i compiti scolastici e affrontare le lunghe ore di studio che li separano dalla performance che spesso, molto spesso lasciatemelo dire, è insufficiente; naturalmente a causa delle richieste che non sono in linea con le abilità dello studente. Effettuare una diagnosi precoce in casi come questi, è indispensabile. Immaginate quanto sia difficile emotivamente affrontare anche solo la lettura di una pagina per un bambino che ha chiari segni di dislessia, adesso unite tale complicanza al suo stato emotivo e alla sua richiesta di aiuto quando si trova in piena crisi. È per questo che si può richiedere un piano didattico specifico per le esigenze dello studente. Il discorso è semplice e vale per i processi di apprendimento quanto per lo stato di salute o di malattia: si considera la persona nella sua interezza, nelle abilità, nelle risorse ed anche nei limiti (che tutti presentiamo in diverse aree); a questo punto è chiaro che ogni persona è diversa da un’altra e quindi cambierà il suo stato di vivere una malattia e la manifestazione degli stessi sintomi, quanto, nel nostro specifico caso, le sue modalità e tempi di apprendimento nonché gli strumenti da applicare per facilitare i compiti didattici e le performance accademiche.  

Ma cosa sono i DSA? 

Il termine DSA ovvero Disturbo Specifico dell’Apprendimento, comprende diverse problematiche dello sviluppo dell’apprendimento scolastico; essi vengono diagnosticati quando uno studente ha un rendimento scolastico inferiore a quello che dovrebbe avere (a confronto con la maggioranza della classe). Questo scarso rendimento, chiaro è, che non va confuso con la pigrizia o la scarsità di impegno e non deve essere causati da handicap mentali gravi. 

DSA: quali sono

Ecco come sono suddivisi i Disturbi Specifici dell’Apprendimento:

Dislessia:

Disturbo della lettura caratterizzato dalla difficoltà di effettuare una lettura accurata e/o fluente.

Disortografia:

Difficoltà nel rispettare le regole del linguaggio parlato quando si passa alla forma scritta. Vengono quindi commessi molti errori di ortografia.

Disgrafia:

Difficoltà nella scrittura. La grafia è irregolare, c’è scarsa capacità di utilizzare lo spazio sul foglio e i margini. C’è difficoltà a mantenere la direzione orizzontale dello scritto e gli spazi tra lettere e tra parole sono irregolari.

Discalculia:

Deficit del sistema di elaborazione dei numeri e/o del calcolo. Può esserci difficoltà nell’associare il numero alla quantità e a capire che un numero e la parola ad esso corrispondente abbiano lo stesso valore.

Quando viene fatta una diagnosi? 

La diagnosi di dislessia, disortografia e disgrafia può essere fatta sin dalla fine della seconda elementare. La diagnosi di discalculia viene invece fatta in genere sin dalla fine della terza elementare. 

I DSA sono regolamentati dalla Legge 8 ottobre 2010, n. 170. Le scuole prevedono in tali casi, la realizzazione di un Piano Didattico Personalizzato (PDP) con il quale si definiscono gli interventi da mettere in atto nei confronti degli alunni con esigenze particolari. 


Lo Studio di Psicologia clinica e Psicoterapia Breve Strategica di Pomezia, ti offre un servizio tempestivo e completo che riguarda il disagio o funzionamento psicologico di tuo figlio o figlia.

Attraverso la somministrazione dei test più validati dalla comunità scientifica, uniti all’osservazione/colloquio effettuato da personale qualificato, in circa 5 incontri, avrai una valutazione psicodiagnostica del problema, il tutto con una lista di attesa che non supera le due settimane.

Chiama ora e prendi un appuntamento, ci troviamo in centro a Pomezia (RM).